Cuscini per la cervicale: possiamo utilizzarli sempre?

Spesso se abbiamo dolori alla cervicale e ci rechiamo dal medico, ci viene consigliano di acquistare uno speciale cuscino per la cervicale. L’utilizzazione di questo tipo di presidio medico ci consente di riposare meglio e ci aiuta con il dolore. Ovviamente non si tratta di una scelta di gusto personale, ma è un tipo di scelta mirata che va fatta anche in base al tipo di problema che abbiamo. In effetti prima di fare un qualsiasi acquisto bisogna innanzitutto farsi indirizzare anche dal proprio medico di fiducia nella scelta più idonea. Grazie ad una diagnosi medica generalmente non sbaglieremo modello e potremo scegliere la forma di cuscino che ci comporti meno problemi possibili. Ma se invece non abbiamo alcuna patologia particolare, possiamo ugualmente scegliere un cuscino per la cervicale? Diciamo che la maggior parte dei modelli presenti in commercio possono… Leggi Tutto

Frullatore: modelli e design

I frullatori ad immersione li troviamo in diversi modelli in commercio, ognuno dei quali presenta con diverse caratteristiche sia strutturali che di design. I frullatori di un tempo spesso avevano tutti la stessa forma e fondamentalmente presentavano la stessa meccanica, spesso risultavano anche piuttosto scomodi da pulire. Questo accadeva perché i vecchi modelli di frullatore erano molto difficili da smontare o semplicemente non erano stati disegnati per essere smontati. L’aspetto e la praticità dei frullatori è abbastanza cambiata ora, infatti possiamo trovare questi elettrodomestici venduti con una serie di accessori diversi e con una tecnologie all’avanguardia.   In poche righe cercheremo di darvi un’idea sui vari modelli che si possono trovare in commercio e soprattutto sugli aspetti e le caratteristiche da prendere in considerazione in fase di scelta. Essenzialmente le varie tipologie di frullatore che possiamo trovare hanno tutte la… Leggi Tutto

Ferro da stiro: è praticamente impossibile ripararlo

L’obsolescenza programmata degli elettrodomestici sta diventando un tema caldo dell’agenda politica europea. Come è ormai noto, le case produttrici fanno in modo che i loro prodotti diventino praticamente inservibili dopo un certo numero di anni, in modo da costringere i consumatori a procedere alla sostituzione. Se si tratta di una pratica mai effettivamente provata, sono molti gli esperti pronti a testimoniare sulla sua esistenza. Esistenza che pone peraltro un notevole problema nell’era in cui le istituzioni chiamano i cittadini a non sprecare, proprio per le difficoltà che possono derivare dallo smaltimento dei materili che non possono essere reimpiegati nei processi produttivi. Un problema che può avere conseguenze di non poco conto, se si pensa che nel solo 2018 sono state prodotte circa circa 50 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici, l’equivalente fisico di quasi mille navi TitanicLeggi Tutto